21 Settembre 2020
NEWS e COMUNICAZIONI

stecca - Stefano Malvagìa vince la 1a prova del CIRCUITO FIPOPT di SECONDA CATEGORIA

25-10-2010 - STECCA
la premiazione di Stefano Malvagìa
Venerdì sera, 22 ottobre, si è conclusa alla Biliardoteca la 1a prova del CIRCUITO FIPOPT di SECONDA CATEGORIA, specialità ITALIANA a 130 punti

Questa la classifica finale:
Stefano MALVAGIA (Biliardoteca)
Emanuele TERZUOLI (All Green Club)
Marcello FEDI (Marameo)
Alessandro COPPOLA (ALL IN Figline)
Tiziano GRANI (Marameo)
Osvaldo LAVORINI (ZEROUNO)
Marco CHESI (All Green Club)
Leonardo GIORDANO (Dicomano)
Leonardo GERACI (Narnali)
Germano MUGNAI (ALL IN Figline)
Giacomo BALDI (Mugello)
Stefano CAPPELLINI (Marameo)
Carlo PUCCI (San Quirico)
Rossano ORTOLANI (Master Club)
Andrea LOTTI (Narnali)
Marco GIOVANI (Biliardoteca)
17° Fabrizio VINCI (Carraresi)

vedi il dettaglio dei RISULTATI delle finali

Il sorteggio, senza condizioni, è stato effettuato con la collaborazione della compagna di Terzuoli, Maddalena
Nel solo sedicesimo di finale previsto, al termine di un match piuttosto equilibrato Grani prevale su Vinci
Negli ottavi di finale contro Fedi Giacomo Baldi perde malamente a 127. Lo stesso punteggio sul quale muore Germano Mugnai contro Terzuoli, dopo aver realizzato solo 2 su un traversino facile. Ortolani perde con Lavorini dopo aver avuto ampio margine di vantaggio e si lamenta, dopo la partita, per l´atteggiamento ostentatamente e marcatamente rassegnato del suo avversario, cosa che lo avrebbe "bloccato". Pèrdono invece abbastanza nettamente Andrea Lotti (con Chesi), Carlo Pucci (con Grani), Stefano Cappellini (con Coppola) e Marco Giovani (con Leonardo Giordano).

Quarti di finale
Fedi-Chesi - il pistoiese Fedi vince con una certa tranquillità
Malvagia-Grani - dopo aver marcato con grande facilità nel turno precedente adesso Grani trova un avversario che lo chiude bene e che realizza spesso anche di sponda: senza colpe deve arrendersi a 113
Terzuoli-Lavorini - Terzuoli vince senza rischi
Coppola-Giordano - vince Coppola e Giordano (comunque sempre più convincente) sottolinea un paio di episodi in cui la sorte lo avrebbe sfavorito

Semifinali
Fedi-Malvagia - partita dove iniziano ad affiorare segni di stanchezza (gli orari previsti sono un po´ slittati). In retta d´arrivo Fedi finisce la benzina e va a vuoto su 3 giocate: Malvagia giustamente ne approfitta e stacca il biglietto per la finalissima

Terzuoli-Coppola - bel match: in Coppola si vedono tracce della passata militanza nella 1a cat. aretina; il 35enne Terzuoli, riaffacciatosi al biliardo dopo vari anni di pausa, risponde bene e si propone come un interessantissimo "nuovo arrivato" nella categoria cadetta; arrivo in volata con vittoria di Terzuoli

Finalissima
Malvagia-Terzuoli - partita assolutamente inedita e - si aggiunga - difficilmente pronosticabile alla vigilia della gara, vuoi perché, come detto, Terzuoli rientrava da lunghissima assenza ed era quindi poco conosciuto, vuoi perché Malvagia nelle poche gare dello scorso anno non aveva brillato. Solo le prime performances della corrente stagione avrebbero potuto far intuire le grosse potenzialità dei due finalisti: Malvagia aveva mostrato un´eccellente condizione di forma liquidando con facilità i 3 avversari della batteria eliminatoria; nel trofeo TKB poi aveva tenuto testa niente meno che a Maurizio Di Sante cedendo solo agli ultimi due tiri. Terzuoli nelle batterie aveva espresso doti offensive e di scherma notevoli. Chi conosce Malvagia poi ben sa quale determinazione egli riesca a trovare dentro di sé quando l´obiettivo si fa raggiungibile, ovvero quando l´avversario fa un passo falso. Per lui non va invece considerato il "vantaggio" del biliardo: benché tesserato alla Biliardoteca egli non ha MAI giocato in tempi recenti su questi tavoli, se non per il trofeo TKB, come detto. Finalissima comunque condizionata dalla stanchezza oltre che, come è normale, dalla tensione. Si sono visti errori ed imprecisioni che i giocatori non avevano mostrato fino a quel momento. Ecco che quindi, più che la tecnica, forse ha fatto la partita il carattere di Malvagia - senza con questo nulla togliere a quello di Terzuoli. Al 45enne psicologo fiorentino Stefano Malvagìa va dunque la meritata vittoria, il secondo posto al 35enne di Castelfiorentino Emanuele Terzuoli, che sarà presto "papà" ed il cui "riavvicinamento" al biliardo agonistico FIBIS arricchisce certamente il nostro circuito. Terzi il 58enne di San Giovanni Valdarno Alessandro Coppola ed il 52enne pistoiese Marcello Fedi, il solo dei 4 sul podio che la scorsa stagione avesse partecipato con regolarità al CIRCUITO FIPOPT (classificandosi 13mo).
130 partecipanti rappresentano forse il record, e comunque un eccezionale risultato di partecipazione, specie considerando che la prima prova raramente fa il pieno. Tanti nomi nuovi fra i finalisti, e tanti cosiddetti "possibili favoriti" che invece alle finali non sono arrivati: l´amplissima gamma di atleti di cui si compone il novero degli aspiranti alla poule finale conferma ancora una volta l´attendibilità del lavoro fatto sui passaggi di categoria.
Ha diretto la gara Andrea Martelli (ed in sua assenza Massimo Donati); il NAZ Gianluca Nascimbene (che quest´anno è in forza alla Biliardoteca), il proprietario del locale ospitante Tommaso Guerrini ed il presidente del comitato Marco Sanità hanno premiato i primi 4 atleti.
Per tutti appuntamento con la 2a prova che varrà anche per il titolo A COPPIE 2010/2011


Fonte: comitato

www.bcscomputers.it - info@bcscomputers.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account